mercoledì, maggio 20, 2020

La vita inizia adesso

Le mani sono vuote
Rotte dal suono dell'abitudine
Gli occhi sprazzano pensieri
I colori sulle dita sono intrisi di nostalgia
Bocche che gridano serrate a denti stretti
Un dolore antico che sanguina sui tetti del cielo
Piove sui piedi ormai nudi e puliti
Celebra il suo ultimo ballo quel lampo nella notte
Da domani non ci sarà più nessun canto a risvegliarmi dai torpori quotidiani
Le mani ora sono piene
Sanate da questo amore così profondo
Che solo tu potevi insegnarmi
Fioriscono progetti idee strade in movimento
Ti prendo per mano e ci buttiamo nel vuoto
La vita inizia adesso

Comunque vada...

Io non lo so quel che ci aspetta se sarà bello o se sarà uno schianto su entrambe le ginocchia Non lo so se quel che sognamo ce lo meritiamo...