martedì, settembre 28, 2021

Restare o fuggire

La terra feconda raccoglie domande

la nostalgia sboccia senza pudore

lì dove ha termine ogni certezza

La felicità muove i suoi primi passi

come un fiore delicato nel ventre di una donna

un fuoco che acceca i pensieri e offusca i tuoi occhi

Le mani tese a riempire quest'acqua di speranze

sotto un cielo trapuntato di paure

lì dove ogni illusione è nata

Ti abbraccio silenziosamente

in questa notte che sembra non voler finire più

e questa terra inquieta che accoglie i tuoi lamenti

ci osserva inerme senza riuscire ad aiutarci

In questa follia che ci ostiniamo a chiamare amore

ogni volta che la tua voce

non è rassicurante ma incerta

e mi porta ad avere altri dubbi...

...non so se questo è l'ennesimo segnale 

per restare o per fuggire

Delicato

Delicata presenza Voce costante Paziente attesa Su questo cuore pulsante Delicata mano Che accarezza  Che sorregge Che protegge Questo cuore...