LA FRASE di oggi

LA FRASE di oggi

buona vita

A te, che sei passato qui per caso, viaggiatore sconosciuto.. benvenuto in questo mio spazio,dove i pensieri e i ricordi cadono improvvisi come le stelle cadenti nelle calde notti di agosto, tra i desideri nascosti sotto la pelle, a celebrare le illusioni di chi ha ancora la forza per sognare e cerca ogni giorno di realizzare questi desideri... Per "divenire ciò che si è...", per plasmare la nostra più profonda natura..
Sogna e nelle stelle rifletti i tuoi desideri, luminose scie del tuo passaggio su questa terra...



30/12/08

Emozione di fine anno


Stranamente sto piangendo
se penso al futuro
se penso a questo domani
che piano piano
si sta materializzando
dietro occhi ancora sporchi di latte
dietro mani sporche di sabbia
sto piangendo
non avere paura delle tue lacrime
sono il segno visibile che vivi
vuol dire che ci sono ancora emozioni
per cui valga la pena festeggiare
anche un'altro Capodanno
anche se vorrei non festeggiare qualcosa che passa ...
... se fosse possibile festeggerei
ogni momento e ogni persona
ogni piccola sensazione che mi ha attraversato
e in quel sottile movimento
svegliarmi come se già fosse domani
per riprendere paziente
ad emozionarmi come adesso ..
nel ricordo di ciò che é stato e di ciò che verrà ..

A voi tutti ..
.. convenzionalmente
Auguri ..
affinché tutto possa essere solo un'emozione ...

29/12/08

Lettera a mio Padre ...


" Mi sei mancata .. "
" .. Anche tu papà ... "

Caro Padre ...
Eccoci qui
l'uno di fronte all'altro
senza paure
ora
senza segreti

E abbiamo imparato ad amarci
a starci accanto ognuno a suo modo
e abbiamo imparato
a poco a poco
a dimostrarci reciprocamente quel bene
fin troppo negato
usurpato
calpestato
dal reciproco orgoglio
alimentato da inconfessabili lacrime

per anni ci siamo rincorsi con gli occhi chiusi
senza mai trovarci
perdendo
solo tempo

dietro colpe forse neppure nostre ..
.. lungo giorni che sapevano di amaro odio.

E abbiamo imparato ad amarci
guardandoci finalmente in quegli occhi ora chiari
saziandoci dei nostri abbracci
e di parole affettuose che solo un padre
può donare ad una figlia ...

Caro Padre,
ora il tuo sorriso voglio prendere con me
e in questo ricordo cullare ogni futuro dolore.

Al mio papino ... con affetto ..
Ti voglio bene ..

26/12/08

Fiocco di Neve

Ed eccomi qui ...
.. a tirare le somme di un Natale
che forse neppure volevo
.. ora che é passato vorrei respirarne ancora
la leggerezza di un Natale
che sa vivere nei piccoli gesti
nei gesti familiari
quelli quotidiani
quelli veri che ti fanno sorridere
.. quella dolcezza che solo certi momenti sanno donarti ..
attimi di perfezione irreale
come i fiocchi di neve
che ora scendono lenti e pazienti
che aspetti dicembre per vederli
che aspetti la notte per rimanere a guardare
sottili brividi che se non fosse freddo passerebbero come nulla ..

.. la leggerezza di questo Natale
un abbraccio forte e protettivo
tra la mia sempre accogliente famiglia ...


24/12/08

Auguri...



..
col tempo ho perso lo spirito che mi animava in questi giorni .. lo stupore dei bambini mentre scartano i regali sotto l'albero, il calore del camino acceso, la nonna sulla poltona che lavora a lana, la neve così bianca e lenta quasi irreale che scende piano, la cioccolata calda tra le mani, le luci che circondano ogni angolo .. la Vita che nasce in questa notte per poi morire e restituire a noi la sua Vita .. chissà .. magari cambierò idea su questo cinismo che ora dilaga in me, forse tra gli occhi di quei bambini e nel loro sorriso, tra le mani che stringerò, nella voce di mia madre, nell'abbraccio di mio padre, nel volto di chi davvero sta male, saprò uscire da questa nebbia e dire a tutti sul serio Buon Natale.

23/12/08

Nel Vento


E odiami se vuoi ... Non é il vento a fare male ma la tacita consapevolezza che mai più saprà tornare un tempo così splendido
un mare così accogliente
un pianto così vero sulla trasparente pelle.

E guardami se vuoi
vivendo nel respiro di un ricordo passato
ogni piccolo passo
che ora lasci su questa mano
sarà la sabbia su cui costruire
i nostri dolcissimi castelli
quel vento da accarezzare piano
in cui poter sognare ..

... guardo il cielo stellato e vorrei staccarne un pezzetto e spedirlo al tuo nascondiglio preferito per farti compagnia dentro il tuo mondo
quando sarò lontana quando mi dimenticherai
quando i giorni inevitabilmente ci renderanno estranei
ora che la solitudine non ha nome e ti sento vicino la luce adesso è troppo bella per dirsi addio.

Via Tosti

L'aria in quelle stanze
pulsava
di sangue
fresco tributo per giovani Anime
accaldate di ricordi
quel loro futuro
così pericolosamente vicino
reale da fare male.

Le corde
quasi lacrime
consumate fino a bruciare le dita
la Vita
sotto le parole non dette
quella musica morsa avidamente
dietro uno sguardo che sapeva dire tutto.

E passeggio dentro me
mentre la notte piano sta calando
oltre la finestra sempre aperta
su quel nostro mondo piccolo
le pause tra il caffé e la sigaretta
davanti agli occhi spenti un pezzo
che può cambiarti la giornata
il buio qui non fa mai paura
é il calore della comprensione
affetto misto a risate
pezzi di storie mischiate alla birra
sul tavolo le ultime briciole
di un pane sempre caldo
sguardi nati per celebrare un ricordo
mani che accarezzano il dolore
il piatto è già pronto
per questa fame insaziabile
ogni radice viene estirpata con dolcezza
il tuo vero nome non l'ho mai pronunciato
eppure ti conosco bene
e continuo ad assaporarti dietro i respiri
sotto una coperta di lana.

L'aria di questa casa
piove dentro di me
fresco abbraccio
un'atmosfera di indescrivibile bellezza
buona da affettare
richiudere con cura in un barattolo
quando il cielo sarà morto
e il tempo un'inutile rimpianto
così da preservarne ogni goccia
ogni sottile brivido
da stringere forte quando sarò lontana
e troppo stanca per ricominciare a fidarmi.


Con affetto sincero,
Zoe.

14/12/08

sull'Amicizia

... eccomi qui
di nuovo a scrivervi sull'Amicizia
sentimento raro
indissolubile
sottile filo
che lega tra loro persone sconosciute

mondi apparentemente lontani
che in un sorriso ritrovano la stessa strada
musiche da assaggiare con le mani forti

di chi tende il suo corpo verso l'incertezza
la possibilità di rispecchiarsi
nella stessa emozione
Anime fragili
improvvisamente unite
dallo stesso cielo
che un dì li vide nascere con incoscienza
folle desiderio e reciproca voglia
di vivere fino in fondo
quella stella nascosta in fondo al cuore...
Amicizia..
questo reciproco sostenersi che non avrà fine.

13/12/08

I Cento Passi




(Modena city Ramblers - I Cento Passi)

Impressioni di Dicembre...


... sarà che sono stanca di lottare
di sognare
di credere di poter avere un minimo di potere
nella Vita che indosso
con estrema fatica
porto avanti questa faccia stanca di sorridere
ostentando una felicità mai posseduta
una forza che sta crollando
dalle braccia sanguinano le paure
... sarà che il freddo mi sta portando via
sto sparendo
sottilmente
con gli occhi chiusi
sto cadendo come volevo
e non provo nessun dolore
forse è questo il mio destino
.. volare ..
.. sparire ..
perché troppo mare attraversa la pelle
e la terra non può contenere tutto questo dolore ..
... vorrei essere acqua ..
scivolare
limpida e trasparente
non provare emozione ..
... vorrei essere l'acqua di questa neve che cade piano
per non soffrire e non essere graffiata
in questa Vita che indosso
con fatica
ora che anche dicembre é arrivato
ma non ho voglia di lottare ancora ..
.. volare ..
come acqua nell'aria
.. sparire.

08/12/08

La Felicità



"Desiderate ciò che avete invece di desiderare ciò che non avete..."

(J.Kornfield)

Ecco ... credo sia tutto qui il segreto della Felicità.

06/12/08

.... farsi male

... Forse siamo destinati a farci del male ... Forse perché l'idea di stare bene ci spaventa ..
Forse perché fa paura poter credere di essere felici.
Il benessere é solo inganno
un sogno che vanamente inseguiamo
una pioggia che continua a cadere
senza dissetarci mai ...
una dolce bugia dentro cui scivolare
per morire piano piano
sperando poi di stare meglio.
Ma ci sbagliamo ...
Continuo a cadere e rialzarmi
e di nuovo a cadere
rialzarmi sbattendo la testa
.. continuamente ..
Forse stare male é inevitabile
almeno fino a quando
non imparerò finalmente
ad accettarmi per ciò che sono
apprezzare la bellezza di ciò che mi circonda
aprire gli occhi e costruire il sole
tra queste mani fatte ora di ghiaccio
senza più cercare la felicità in un altrove
inconoscibile e inesistente
ma solo dentro me ...
E staccarmi dall'Anima questa permanente tristezza.

30/11/08

Nessuna certezza - Tiromancino feat Elisa e Meg

... vai via da qui e la solitudine é un'ombra che scava nell'Anima ...

Per Feliciano

Eccomi su di un albero
vedo solo l'orizzonte
non percepisco più la terra
non riesco a vedere oltre le foglie
su cui sono idealmente seduta
ho scordato il canto del mare
il profumo dei giorni
ho dimenticato tra le lacrime ogni dovere
abbandonandomi ad un paradiso che non esiste
su questo albero che non ha forma

poi arrivi tu ...
... Amico mio,
mi raggiungi sulla cima dei miei sogni
e insieme a me guardi avanti
e mi apri gli occhi
perché non c'é paradiso
se prima non affrontiamo le nostre paure
il dolore é una fiamma che continuerà a bruciare
se non saprò dissetarmi con l'acqua
che con orgoglio insisto nel respingere

... mi hai insegnato a scendere da questo albero
e camminare con coraggio sulla terra che trema ...

Grazie Feliciano,
per la tua Amicizia,
la presenza costante
l'affetto che sempre mi dimostri ...

... ti voglio bene.
Sinceramente.

Zoe.

28/11/08

L'Aquila di Notte


Bottiglie di vetro
rotte sul pavimento del locale
il mio fragile equilibrio
non era mai stato così pesante
pioggia battente dal finestrino del pullman
al centro delle nostre paure
delle incertezze fatte dolore da cui fuggiamo
calda acqua che non fa male
nata per celebrare passati ricordi
e gioie attese tra le chitarre gettate speranzose sul tavolino
per cercare in quell'accordo ciò che la realtà dei nostri sogni
non hanno saputo mai darci
occhi che amano solo attraverso un respiro
le bugie che si fanno pane di cui noi ci nutriamo
per soffrire domani e avere l'illusione di vivere adesso
la luce é spenta eppure vedo bene le tue intenzioni
tra labbra ammorbidite dall'educazione
quelle tue mani che viaggiano dolcemente
su un corpo ormai indifferente
le palpebre serrate sul letto
il cuore che esplode la rabbia sotto la pelle
il sangue leggero su quel cappotto nuovo
la mia Anima ammalata
oltre discorsi di circostanza
la buona notte é già passata
e con lei la mia voglia di cambiare stagione.

22/11/08

Il Funambolo


" Son maestro di follia,
vivo la mia vita sulla fune
che separa la prigione della mente
dalla fantasia.
.......
io cammino sul confine immaginario
dell’orizzonte
.......
il mio equilibrio è in cielo
come i sogni dei poeti,
mai potrei viver come voi
che avete sempre la certezza della terra sotto i piedi "

(Il Funambolo - I Ratti della Sabina)

21/11/08

Un soffio leggero ....


Perdersi
tra questo cielo
che sembra non avere confini
perdersi
con la voglia di ricominciare
con la curiosità di scoprirsi diversi
da ciò che pensiamo
da ciò che gli altri vedono
da come siamo abituati a disegnarci
tra le pieghe di una chiacchierata tra i sorrisi stampati
perdersi
per buttarsi tra le accoglienti braccia
della terra madre
abbandonando ogni paura
scivolando nel terreno l'incertezza del domani
il tremore di una pelle sempre in bilico tra i pensieri
perdersi
ascoltando solo il canto del proprio cuore
il respiro paziente oltre quella linea di cielo incontrollabile
perdersi
e nell'aria respirare
imparare di nuovo a volare
respirare ogni soffio e impadronirsi delle stelle
per rubare a loro il segreto
per realizzare ogni sogno perduto
perdersi
per ricominciare
con incosciente consapevolezza
muoversi su strade fatte solo di sassi
perdersi nel buio e non avere paura
perdersi
per scoprire se stessi
perdersi
e provare finalmente ad assaporare
l'Essenza più vera e profonda
di questo debole soffio di vento che io sono ...
.. un soffio leggero di Vita.


16/11/08

Buon Compleanno Fra


< Due buoni compagni di viaggio non dovrebbero lasciarsi mai.
Potranno scegliere imbarchi diversi, saranno sempre due marinai
>

... la musica che si confonde alle parole
il sapore delle onde invade la pelle

il canto di quel mare la tua casa
trasparenti radici
come i tuoi occhi troppo spesso tristi

lo specchio di quell'Anima sensibile il mondo potrebbe approfittarne
in questo giorno per te non qualunque
sorridi al vento e ai suoi colpi quotidiani
e fai tuo ogni raggio di sole che verrà
oggi rinasci dalla marea delle tue onde

per celebrare un'altra età nascosta tra le pieghe del calendario
e guardare sempre oltre ogni notte che
incontrerai ...
AUGURI Amico mio .....

Con affetto, Zoe.

15/11/08

No alla Legge AntiBlog

Amici miei ... a cosa siamo arrivati?
Vogliono toglierci di mezzo a tutti noi blogger...
Leggete un pò qui .....




( Dal Blog di Antonio Di Pietro..... )

La Rete è l’ultimo media libero rimasto in Italia. La politica lo sa e non rinuncia a sferrare il suo attacco dopo aver occupato giornali e televisioni. Mi ero dissociato a suo tempo dal disegno di legge Levi-Prodi che prevedeva per i blogger di registrarsi al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) e l’estensione dei reati a mezzo stampa. I contenuti del disegno di legge Levi relativi alla Rete erano degni di una dittatura. Per fortuna il disegno di legge nel 2007 non passò e tutto sembrava rimanesse come prima. Senonché il 6 novembre scorso nel silenzio più assoluto questa proposta con un nuovo testo (C-1269) è stata assegnata, in sede referente, alla VII Commissione Cultura della Camera.

I contenuti e gli attacchi alla libertà di informazione non sono cambiati, eccetto qualche distinguo inutile, operato dallo stesso Levi, presente in questa seconda versione. Su questo disegno di legge non ci sarà nessun margine di discussione né con il centrodestra né con il centrosinistra. Qualora dovesse passare potrebbe dare come unico risultato la disobbedienza civile.
Riporto alcuni passi del disegno evidenziati da Punto Informatico :

“Art. 2.
(Definizione di prodotto editoriale).

1. Ai fini della presente legge, per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione o di intrattenimento e destinato alla pubblicazione, quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso.

Qualsiasi blog rientra in questa definizione.

Art. 8.
(Attività editoriale sulla rete internet).

1. L'iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione dei soggetti che svolgono attività editoriale sulla rete internet rileva anche ai fini dell'applicazione delle norme sulla responsabilità connessa ai reati a mezzo stampa.

3. Sono esclusi dall'obbligo dell'iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione i soggetti che accedono alla rete internet o che operano sulla stessa in forme o con prodotti, quali i siti personali o a uso collettivo, che non costituiscono il frutto di un'organizzazione imprenditoriale del lavoro.

E’ chiaro che la legge è stata fatta e modificata da chi non conosce la Rete oppure da chi la conosce troppo bene e proprio per questo la teme poiché la stragrande maggioranza dei blog contiene banner pubblicitari, ad esempio di Google Ads. Questi blogger sarebbero dunque per l’Agenzia delle Entrate assimilabili ad “attività di impresa”, dovrebbero iscriversi quindi al ROC rischiando di intercorrere in reati di stampa o , se non lo facessero in quelli di stampa clandestina.

L’Italia dei Valori offrirà tutta l’assistenza legale a chi verrà perseguito per la sua violazione. Le regole vanno rispettate, ma non quelle che mettano a rischio la democrazia e siano palesemente anticostituzionali, e questo perché non sono regole ma abusi e soprusi Questo disegno di legge è pura censura. L’Italia dei Valori si attiverà da subito con una serie di iniziative contro questo disegno di legge liberticida facendo appello anche alle istituzioni internazionali e i media esteri.

Free Blogger

L'invito per voi tutti é di firmare la petizione on line e naturalmente diffondere come meglio potete la notizia tra i vostri amici blogger...
Thank's!! Zoe.

http://firmiamo.it/noallaleggeantiblog

http://www.petitiononline.com/noDDL/petition.html


13/11/08

Solitudine


A volte ognuno di Noi si sente come un "numero primo" ...
... indivisibile
solo
straniero perfino a se stesso

in questo immenso e faticoso mare della Vita
non sempre si ha la forza di reagire
guardare avanti
camminare a testa alta sotto la pioggia
nuotare in quel torbido mare, lottare ...
... a volte vorresti solo sprofondare giù e non tornare
più giù di quel mare
sempre più giù e non tornare
soltanto le lacrime senti sul viso cadere prepotenti

... fino a quando impari a cavalcare le onde
a domarle e a giocare con loro
senza più averne paura ...
allora,si, questo faticoso crescere assume dolci sfumature
e il camminare appare piacevole
da quella vetta guardi in basso
e sai di poter respirare
da quella solitudine che senti dentro
guardi in alto
più su dei tuoi occhi tristi
e prima o poi
trovi finalmente il coraggio di Vivere ...

... prima o poi ...
Vivere.

09/11/08

Scusa


Scusa.
E' difficile a volte chiedere perdono
ammettere un errore
le parole a volte feriscono
sono sassi aguzzi
che con ferocia ci scagliamo
l'uno addosso all'altro
solo perché stiamo male
ma nessun comportamento imbarazzante
può giustificare il dolore che si sente
a torto o a ragione
niente può giustificare un errore
le parole a volte colpiscono
e rimangono lì a pesare
in quei lunghi silenzi pronunciati da sguardi.

E' difficile ammettere uno sbaglio
maledetto il mio orgoglio
che poi fa solo soffrire
capire i propri errori é necessario
un atto di rispetto verso gli altri verso me stessa
la mia solita impulsività
porta di tanti sbagli

Scusa.
Una semplice parola
la capacità di capire
che non siamo i soli a soffrire
ora dei miei sbagli farò tesoro.
Scusa.

08/11/08

... In Viaggio ...

... perché in fondo nel nostro girare ci perdiamo e ci ritroviamo continuamente, dentro noi stessi.. dentro un'amicizia.. ti volti un attimo e scopri di non essere tanto solo come credevi, che puoi condividere con un'altra persona ciò che nascondi in te, anche se spesso, le strade ci dividono, ci allontanano, rendendoci così distanti.. ma tu ci insegni che se davvero due persone sono destinate a condividere insieme un pezzetto di cielo, prima o poi, si ritroveranno in quei loro occhi, l'immagine da cui erano partite insieme.. la Vita.. quanto è strana la Vita..



Per chi è partito e non è tornato, per chi pur partendo rimane sempre allo stesso punto di prima, per chi c'è adesso e per chi non c'é più, per chi ho incontrato una sola volta e ricorderò per sempre, per chi incontro ogni giorno e sbagliando do per scontato, per chi vola con i piedi attaccati al suolo e per chi vola senza paura di cadere, per chi cadendo, si rialza continuamente, per mio padre, per mia mamma, per il mio fratellino, per Te, per Me, per Voi, per quelli che ho scordato,per chiunque passerà di qui ....

.... a Voi tutti, fragili viaggiatori come l'amministratrice di questo piccolo spazio, alla ricerca di qualcosa ... alla ricerca di che ... alla ricerca ... senza mai trovare pace, senza mai raggiungere meta, senza fermarsi mai in questo immenso e sconvolgente camminare, a volte difficile e a volte stupendo, intrattenersi con le nostre inquietudini, le sensazioni, il rumore incessante dell'Anima che ci accompagna giorno dopo giorno in questo Viaggio nella Vita ....

... già, la Vita ...
quanto é strana la Vita ...

07/11/08

Cardiologia - Francesco De Gregori

... canzone che ho appena ascoltato e che vi lascio qui, a voi tutti che passerete, come un piccolo dono ... sapendo che vi farà emozionare e riflettere come lo é stato per me ...

Buon Viaggio dentro voi stessi Amici miei ...

06/11/08

in una bolla...



Chiamala Vita

chiamala casualità

chiamalo destino...

... in ogni caso dovrai ammettere

che tutto ciò che ci accade

ha un senso apparentemente inascoltato

la pelle che trema sotto il peso

di queste ormai ingombranti bugie

a cui neppure il vento crede più

a cui nemmeno io stessa sono ancora disposta a sottostare ...


chiamala Vita

chiamala realtà

per giocare a nascondino non é più tempo

in ogni caso dovrai ammettere

che tutto ciò che ci circonda

a volte assume crudeli sfumature

una mattina ti svegli dal sonno

dal sogno incredibile di assurde verità

che ti eri cucito addosso

sul corpo senza più voglia senza più coraggio

per attuire i colpi delle persone

dei sorrisi hai fatto un cappotto

delle tue mani la forza da recuperare quando il sole muore


chiamala Vita

chiamalo dolore

inaspettatamente ti svegli

senza sapere che fare

dei tuoi inutili anni

delle inutili eperienze

... non sai cosa fare ...

una maturità che ostenti

e che purtroppo non ti ha ancora insegnato

ad imparare dai tuoi errori.


Crescere ...

come si fa a crescere quando si é risucchiati in una bolla di aria...??

31/10/08

Cadere


"Sai perché cadiamo..? Per imparare a rialzarci."
(Batman begins)


Signorina Ipocrisia


I tuoi occhi trasmettono il niente
neppure la luce può ferirli
neppure la pioggia potrebbe asciugare quel sale
perché non esiste dolcezza in uno specchio
che sa riflettere solo l'immagine di se stesso
un viso che sembra scolpito nel marmo
la maschera di un'esistenza vuota
come il nulla che nasce dal nostro potere
dal grigio ruvido delle mani
che pur sfiorandosi appaiono così lontane ...
... a te la spontaneità fa paura
e ti ricopri di cera per attuire i colpi del vento giornaliero
occultando anche il più effimero sentimento.
Il canto sadico di questa Vita
che forma tra gli occhi indifesi
sensibili rughe che nessun tempo saprà ridefinire
quel tempo in cui impareremo ad essere noi stessi
solo con chi sa davvero cosa voglia dire essere vivi ..

26/10/08

Cara Madre (2)


Cara Madre,
cosa posso fare?...
le mie piccole mani
stringono questo dolore come fumo
inutile scudo delle tue preoccupazioni
inerme mi sento di fronte allo spettacolo delle tue lacrime
che silenzioso si celebra davanti ai miei occhi zoppi
il palazzo sta crollando
e io assisto muta alle ceneri
che una dopo l'altra si depongono sulla terra instabile.

Assisto sconfitta a questa Vita che non ha più nome
al suono cattivo e sadico che i giorni hanno ormai acquistato
la tua pelle trema e non ci sono coperte
non ci sono parole che possano scaldarla
mentre il sale scende piano e brucia ciò che incontra.

Vorrei gridare con forza
a colui che si definisce padre
questa rabbia a lungo covata
come pietre scaglierei addosso quelle lacrime
che ora tu, madre, ingiustamente generi dal tuo fragile spazio,
nei miei occhi vorrei farti rinascere
una volta sola e per sempre
e darti un po' di quella speranza che più non hai
ora che fuori è buio e hanno staccato l'elettricità.

Cara Madre,
cosa posso fare?...
Ti abbraccio dolcemente
perché solo questo so fare
la ruvidità delle emozioni che sento
é come pelle che ricopre e non protegge niente,
le mie mani falliscono di fronte al tuo dolore
e io rimango qui seduta
ad ascoltare il canto del tuo dolore
a chiedermi perché tu debba soffrire così...

Cara Madre,
cosa posso fare?...

25/10/08

Cosa resterà di Noi...



.. che ne sarà di noi
che ne sarà di me ...

il tempo scorre
inutilmente cerchi di trattenere
questa illusoria felicità
tra mani stanche di lottare
la pioggia riga lentamente le tue guance
la terra trema sotto i piedi
un pezzo di carne che consapevolmente sta morendo
la pelle è solo un cumulo di cenere
pronto a bruciare sotto il peso
delle mie ingombranti ansie

.. che ne sarà di noi
che ne sarà di me ...

non è più tempo per andare oltre
non é più tempo per concedersi un'inutile spazio
la cera cade piano e ricopre ogni cosa
con sadica indifferenza tutto ciò che incontra
i miei occhi questa bocca ogni pensiero
ogni piccolo frammento di ciò che siamo stati

la bellezza irreale di questi nostri giorni
che ricopre ogni parola
accompagna ogni timido passo
invade queste Anime
l'una specchio dell'Altra delle reciproche paure
di questa voglia di lottare che ho perso
di questo coraggio di vivere
che forse non ho mai avuto ..

.. che ne sarà di Noi
di questa età e dei fragili corpi
di questi giorni che non bastano mai
all'insaziabile giovinezza
che ne sarà di me ...

19/10/08

Il Passato


A volte il mio passato torna
beffardo e maligno
dolce e amara quell'infanzia
sotto forme che non credo
sotto vesti angeliche
in invisibili parole e gesti di gratuito dolore
il mio passato torna
e io non so cosa fare ....

.... rimango sola
ad ascoltare paziente
quella sottile linea acquosa
camminare dagli occhi fino al viso
rendendomi ancora più inerme

sotto angeliche vesti
sotto forme che non penso
il dolore antico riappare
ancora così palpabile
e io non so cosa fare ....

questo passato
giovanile tormento
che credevo di avere allontanato
in un improvviso attimo
si impadronisce della mia instabile
seppure reale
felicità che provo
e mi rigetta nel buio
che tanto temo

passato ...
... cosa cercherai di strapparmi stavolta?

18/10/08

impercettibile....


Io non so
cosa ci ha cambiato
cosa ci ha reso distanti
pur essendo tanto vicini
quale strano movimento dell'aria
quale legge fisica dell'universo
ha sciolto la nostra fragile bellezza
forse é il naturale corso della Vita
che ha reso nudi i nostri occhi
inafferrabili le mani al tatto
privato i gesti della loro naturalezza
distanti mentre ci sfioriamo la pelle
e ora togliamo la poca polvere rimasta sul cuscino
e ci nascondiamo dietro una porta di cristallo
per non ascoltare il rumore di questo freddo
per non affogare nei silenzi riempiti da inutili parole

Io non so
cosa sia accaduto
se davvero tutto ciò che é stato
in un attimo di impercettibile indifferenza
é svanito senza che neppure ce ne rendessimo conto...

Piano piano la luce si spegne
e io rimango da sola
sola con la mia paura
la mia ingombrante insicurezza
che nascondo sotto il ponte
e come la luna lascio la scia nel mio buio personale
un'insicurezza che trascino dietro inutilmente
piangente mi chiedo come sia possibile sentire i brividi
mentre il sole sbatte egoista sul mio viso di terracotta

La luce é svanita
tra le mani l'incertezza
il fumo del tempo trascorso inutilmente a chiedersi perdono
impercettibile sensazione di dolore
solitudine dentro il cuore
e io sono qui.. sola.

14/10/08

sparire



Dondolati lungo il filo di un'emozione

l'illusione di un benessere pieno e totale

le paure accarezzate dalla musica

le parole lievi che si nascondono tra le pieghe del dolore

la dolcezza che imprime l'aria

per un equilibrio fin troppo percepito

non udire più il battito del proprio cuore

sparire nell'invisibile acqua per non riapparire

sparire per tornare a vivere

dopo essere affogati anche troppe volte

sparire per tornare a vivere

cullati amabilmente

da questa inaspettata quanto falsa sicurezza che sento.



Sto tremando

stranamente non ho paura

sto tremando

mentre la pelle ricopre questo sogno

il corpo sparisce oltre quella finestra

mentre cado giù da una nuvola passata per caso

e provo calore.



Dondolati lungo il filo di un'emozione

l'illusione di un benessere pieno e totale

non udire più il battito del proprio cuore

nella dolcezza dell'aria sparire

oltre la finestra di questo tremore.


10/10/08

Ogni Volta . Vasco Rossi

Per ogni volta che... il resto aggiungetelo voi..! ;)

E BUON VIAGGIO DENTRO VOI STESSI, AMICI MIEI......

il viaggio dell'Amicizia



L'essere umano

un viaggiatore

una goccia d'acqua

senza forma né colore

né precisa idea del suo vagare

solo una piccola parte

gettata nel mondo

in quello spazio e in quel tempo...


Le strade che individualmente abbiamo percorso
all'improvviso si sono ricongiunte
per formare un'unico sentiero
un'unico ricordo che nei nostri occhi giovani
continuerà a vivere per sempre
celebrato malinconicamente dalle lacrime delle ore
che inesorabili trascorreranno
riportando ognuno di noi
sulla sommità di quel destino personale
che ci rende vicini al cielo
e splendenti come il sole


L'essere umano

un viaggiatore

una goccia d'acqua

nell'immenso e sconosciuto mare della Vita

solo una piccola parte

gettata nel mondo

a provare con totale incoscienza

il senso di questo suo perenne vagare...

07/10/08

(RI)incontrarsi



Tra Amici é così....

..rincontrarsi dopo mesi

non essersi mai persi

rincontrarsi dopo l'irreale bellezza estiva

con la sensazione di non essersi mai lasciati ..


tra i bicchieri macchiati di vino ...

la pelle bramosa di tranquillità

le bocche che frenetiche esplodono parole

per riempire il vuoto che ha lasciato dietro di se il tempo fisico

per occupare lo spazio di un locale aquilano solo con la nostra Amicizia

... intrecciare le nostre storie al tavolino

in incredibili trame e colori luccicanti di malinconia

pensieri che mai avresti osato immaginare da solo

per la paura che il dolore fa se non ne parli


Tra Amici é così ....

incontrarsi negli occhi

momento dopo momento

lungo il filo di un'emozione fragile

in questo viaggio dentro l'Anima dentro ognuno di noi

non essersi mai detti Arrivederci .....

05/10/08

AUGURI Ele!!



BUON COMPLEANNO Sorellina......

Gli Auguri più sinceri alla mia piccola Stellina,
compagna di crescita e di risate,
di reciproche paure e gioie,
la Vita non è facile per nessuno.. lo sai..
..la strada di fronte a noi é sempre più dura
ma tu non perdere mai la voglia
di guardare avanti
e sorridere con fiducia
sorridere al tuo dolce domani
certa che anche se saremo lontane,
ti sarò sempre accanto, anche solo con il pensiero,
come il vento muove le foglie
sarò lì ad accarezzarti i capelli
e abbracciarti quando la nebbia coprirà anche le speranze..

Tanti Auguri Sorellina...
... e Buon Viaggio nella Vita.
Ti voglio bene.

04/10/08

Caro padre (3)


Caro Padre,
forse tutto questo dolore si poteva evitare
forse l'astio che provo inutilmente
non é incolmabile come credo...

...penso anche che sia inutile da parte mia
continuare a provare tanta rabbia verso di te
verso un passato che comunque non tornerà
verso giorni che nel nostro tempo mai più potremo riscrivere..

..però possiamo cercare di rendere migliore il presente per entrambi
allontanando i graffi nel cuore e dolorosi ricordi nelle lacrime
e piuttosto che riaprire continuamente ferite che sento ancora fresche
cercare di abbattere quei muri di silenzio e ignoranza
che abbiamo eretto con il tempo
cercando di ignorare il reciproco male
provando solo ad avvicinare le nostre fragili mani
e unirle insieme per trovare calore.

Caro Padre,
la possibilità di essere nuovamente felici é ancora tutta da fare,
da scrivere momento dopo momento,
io e te....
l'uno di fronte all'altro
con amore
....mano nella mano
insieme riprendere a camminare.


03/10/08

I DIRITTI UMANI

Carissimi Amici,
questa volta non sono qui per liberarmi del mio dolore, per celebrare un ricordo, per piangere o ridere insieme delle piccole giornate che la Vita ci riserva... questa volta intendo usare questo mezzo per postarvi un video sui Diritti Umani:una realtà che io stessa conosco poco ma credo sia giusto diffondere come possiamo.. Guardatelo e se potete diffondetelo anche voi.. a me sembra giusto così....


01/10/08

Inizio -Ludovico Einaudi



Omaggio ad autore che sa emozionarmi in modo indescrivibile... ogni volta come se fosse la prima.. la magia della Musica.

Buon Viaggio Amici miei.....

Inizio

Ottobre

La Vita

prende forma

inevitabile fluire

sottile percezione

di uno stato personale

La Vita

che si genera con fascino

oltre l'orizzonte

degli occhi stanchi

oltre le paure

c'é l'ignoto dell'inizio da abbracciare

30/09/08

Wind of Change - Scorpions





( Evento..!! sono riuscita, finalmente, a caricare un video!..
Voi direte.. e che ci voleva?! Beh, per me che a momenti non so neppure accendere il pc, é davvero incredibile..!?! )
Comunque, pezzo stupendo che ascolto spesso... La colonna sonora indimenticabile di un'Estate passata.. Strano a volte come una musica sia in grado di emozionarci, farci rivivere nel ricordo attimi svaniti, momenti della nostra Vita magari sepolti nella memoria, gioie e dolori che acquistano nella mente lo stesso sapore, lacrime che nascono spontanee,tremori improvvisi sulla pelle.... solo con una canzone.

impressioni di settembre (3)

Carissimi Amici,
come state?...
Io insomma, non benissimo... in preda a malinconici ricordi che si abbattono sul mio viso scoperto, con forza, con rabbia, con pianto.. il grido del tempo che passa tra le mie mani, le accarezza e sorridendo va via, il tempo passato e dolce da cui vorrei essere cullata ancora e ancora, magari per sempre, piuttosto che affrontare questa partenza, questo dolore, questa Vita che nasce tra gli occhi e non trova spiegazione, questo futuro ormai pericolosamente arrivato che non so come gestire... Non so cosa farmene del tempo arrivato...
E solo lacrime riesco a partorire, il tremore invade il corpo, dentro e fuori, ogni cellula ne é invasa, la paura che come una morsa mi anniente e mi fa cadere giù dal delicato equilibrio che provo...
Scusate se l'Anima nuovamente trabocca di lacrime, il vento una volta caldo e protettivo, ora é freddo e sconosciuto e soprattutto fa paura.. perché fa paura Settembre ormai svanito, fa paura l'idea di dover partire la prossima settimana per l'Aquila, fa paura leggere sul sito della Facoltà il nuovo orario delle lezioni, fa paura ricominciare, fa paura ammettere a me stessa che sono cambiata, come le nuvole attraversano continuamente il cielo,così, io sono cambiata, ho mutato pelle con le stagioni, però la malinconia sembra non volere abbandonarmi mai.. e seduta su questa panchina, coperta solo dalle foglie dei miei perduti pensieri, mi abbandono ai ricordi, ai momenti che sono stati e alle persone che ho incontrato, ai luoghi che ho vissuto, alle giornate che ho assaporato, a tutti gli attimi di Vita abbracciati frettolosamente prima che fuggissero... e ora che un'altro tempo é fuggito inevitabilmente, sono qui, seduta su questa panchina, a chiedermi perché fa tanto paura crescere, perché fa tanto paura vivere....
...perché fa tanto paura VIVERE....??

28/09/08

Cenere



La cenere piano si muove
dietro i miei occhi
mentre io rimango in silenzio
inerme assisto al tuo dolore
una danza immobile di parole
viaggiano nell'aria intrisa di una pace
che stranamente fa male
che altrove avresti cercato ...
... ma non ora
una tale pace fa solo paura

la fiamma brucia lentamente quelle lacrime
che i ricordi dolorosi del passato hanno generato
una sofferenza che ora ti chiedi da dove venga
una pelle che il dolce calore non ha più provato
da quando tu sei andato via
e ora che non ci sei davvero più
niente si può ricucire ...
... per chiedersi perdono è troppo tardi

la vita che improvvisamente cade
senza fare rumore nella città
nel cuore uno svenimento
sotto il peso dei nostri sbagli
il canto beffardo di quel passato
che mai più si potrà riscrivere

la cenere ricopre lentamente i nostri abiti
deposti nell'armadio marcito
le nostre maschere di ipocrita felicità
bagnate dal freddo dell'amore non mostrato
come la polvere asciugata da un sole ormai spento

i nostri occhi ora abbracciano idealmente
lo stesso grigio orizzonte
mentre l'indescrivibile dolore
ricopre invisibile l'aria
come la cenere che abbiamo ingoiato

.. per te
da qui sotto
a te ...
che sei nelle stelle
dall'alto del cielo infinito
ora ci guardi
per te ...

il mio piccolissimo
ADDIO